Cerca comune

Brindisi

Vota il comune

Giudizio: 4.7 su 5 (161 voti ricevuti).

Comune di Brindisi

Città antichissima, per la sua posizione geografica è stata ricca di episodi ed è per questo motivo che in essa possiamo osservare vari monumenti ricchi di storia e di magia.


Monumenti e luoghi da visitare

CASTELLO
Detto anche "castello grande" o "castello di terra", ha pianta trapezoidale e presenta robusti torrioni quadrati. Per la sua costruzione furono impiegati materiali dalle vecchie mura e di altri monumenti in rovina. Fu trasformato in penitenziario da Gioacchino Murat nel 1813, e poi, dal 1909, fu utilizzato dalla Marina Militare.
Il Castello fu base navale durante le due guerre mondiali.

CASTELLO ALFONSINO ARAGONESE
Più conosciuto come "Forte a mare". Fu fatto edificare da Ferdinando I d'Aragona per difendere la città dagli attacchi provenienti dal mare. Esso si divide in due sessioni: il Castello Rosso ed il Forte.

LE DUE COLONNE ROMANE
Sono il simbolo della città di Brindisi. Esse fungevano da riferimento portuale per gli antichi naviganti. Furono costruite forse nel II secolo d.C. con marmo del Proconneso; solo una colonna oggi è integra ed è formata da otto rocchi, per un'altezza di 18,74 metri.
Il capitello corinzio è decorato con foglie di acanto, teste di divinità, ed otto tritoni. Dell'altra colonna, crollata nel 1528, oggi è rimasta solo la base e uno dei rocchi.

PIAZZA DEL DUOMO
Notevole è il Portico dei Cavalieri Templari, loggia del più antico palazzo Vescovile realizzata nel XIII secolo.

MONUMENTO AL MARINAIO D'ITALIA
E' un monumento a forma di timone alto 53 m in pietra di càrparo situato sul porto. Alla base vi è una cappella sacrario in cui sono commemorati i caduti delle guerre mondiali ed è conservata la campana della corazzata "Benedetto Brin", che affondò nel porto di Brindisi nel 1915.

PIAZZA DELLA VITTORIA
Comprende due piazze: piazza dei nobili e piazza della plebe, dov'era il mercato. All'interno vi troviamo la fontana di piazza Vittoria, costituita da una grande vasca marmorea in cui si raccoglieva l'acqua zampillante da una bella vasca superiore più piccola pure di marmo, forse un fonte battesimale di epoca medievalesul quale vi è incisa una scritta: "a ricordo del governatore de Torres".

FONTANA GRANDE
Conosciuta anche come fontana Tancredi, si trova sull'antica via Appia, fu costruita dai Romani. Tancredi si occupò solo di farla restaurare nel 1192, a ricordo del matrimonio celebrato quell'anno nella Cattedrale tra suo figlio Ruggero e Irene di Grecia, figlia dell'imperatore Isacco II di Bisanzio.

CATTEDRALE
Visitabile in Piazza del Duomo fu eretta in stile romanico tra l'XI e il XII secolo, costruita per volontà dell'Arcivescovo Bailardo e consacrata da papa Urbano II. Oggi si presenta nel rifacimento settecentesco in quanto fu riedificata dopo il terremoto del 20 febbraio. Al suo interno si possono ammirare il pavimento musivo l'altare settecentesco e il coro in legno intarsiato. In locali attigui si conserva l'arca d'argento reliquiario del corpo di san Teodoro.

CHIESA SANTA MARIA DEL CASALE
Costruita intorno al '300 in stile romanico al gotico.
La facciata, presenta armoniose composizioni geometriche in conci di arenaria grigia e càrparo dorato, è impreziosita da un protiro pensile. Nell'interno vi si trovano affreschi trecenteschi, in particolare il Giudizio universale e un bellissimo Cristo crocifisso sull'Albero della Vita, entrambe opere di Rinaldo da Taranto.
Inoltre diverse Madonne col Bambino con santi. Nell'abside vi è un interessante ciclo della Passione di Cristo.

CHIESA SANTA MARIA DEGLI ANGELI
Ha un pregevole portone in legno, scolpito con immagini che riguardano S. Francesco, Santa Chiara e gli Evangelisti. Conserva due crocefissi, uno in legno e l'altro in avorio, molte tele e le reliquie di San Lorenzo.

CHIESA DEL SACRO CUORE
E' composta di tre navate. La facciata è adorna di una cornice a dentelli ed archetti, tagliata da un'edicola nella quale capeggia la statua del Sacro Cuore.
Al centro domina una grande croce gemmata in l'aureola circolare rappresentante la gloria della Croce. Dieci eleganti colonne sostengono il corpo dell'edificio. Sono sormontate da un magnifico capitello bizantineggiante tutto in stucco; il pulvino è abbellito da foglie di acanto. Altri tre altari di marmi policromi, tutti intonati all'architettura generale,adornano il sacro Tempio. Tra i quadri possiamo ammirare l'immagine della Madonna che ha in braccio il Bambin Gesù. Esso ha una cornice cuspidata e liscia di oro zecchino abbellita da due leoni accovacciati in basso e in alto da due putti alati che reggono due lampade. La tribuna dell'organo è divisa in tre archi sostenuti da quattro agili colonnineuniti da un abalaustra.

Commenti degli utenti su Brindisi Inserisci nuovo commento su Brindisi
Aggiungi un commento
Segnala un testo per il comune di Brindisi
Segnala una foto per il comune di Brindisi
Inserisci il tuo sito su Brindisi